Mar 19, 2024 - Filastrocche    No Comments

Lucecappèlle. (lucciole)

Lucecappèlle

pe’ mare e pe’ tèrre

pe tìtte le casarèlle.

Lùciuènde calle calle

sètte carròzze e sètte cavàlle,

sètte cavàlle de lu Ruà.

Lùciuènde lùcende apprèsse a mmà,

lùciuènde, lùcende apprèsse a mmà.

Condividi!

“Tî piàce” William Shakespear.

Dèce ca tî piàce canda chiòve,

ma arrìpe lu ‘mbrèlle.

Dèce ca tî piàce lu sàule,

ma canda còce, vî truvuènne lu fràsche.

Dèce ca tî piàce lu vènde,

ma canda fère chìude le fenèštre.

Quàsse me màtte pahìure,

cande mi dèce ca jé tî piàce.

(Dici che ti piace quando piove,

ma apri l’ombrello.

Dici che ti piace il sole,

ma quando scotta vai trovando il fresco.

Dici che ti piace il vento,

ma quando soffia chiudi le finestre.

Questo mi mette paura,

quando mi dici che io ti piaccio).

Condividi!
Mar 1, 2024 - Articoli    No Comments

Saggezza Cinese.

In questi giorni mi si è rotto il cursore della cerniera del giubbino, sapendolo cambiare sono andato in cerca del pezzo di ricambio nelle varie mercerie della zona, ma con esito negativo a causa della misura. Poi mi sono ricordato che avevo visto tempo fa in un vicoletto un’insegna “Sartoria e Riparazione” sono andato e sono entrato, accolto da una sorridente signora cinese alla quale ho spiegato la mia necessità. La signora subito mi ha accontentato e dicendomi il prezzo forse nel mio sguardo lei ha letto la frase pensavo che costava di meno, e sorridendo mi disse:

È vero costa come una cerniera intera, ma cambiare una cerniera costa come un giubbino nuovo, oggi è andata bene“.

Condividi!
Feb 25, 2024 - Le mie FOTOGRAFIE    No Comments

Il Pettirosso.

Molto tempo fa, mamma uccello, uscì dal nido per procurare del cibo ai suoi piccoli. Mentre volava, vide sulla cima di un monte tre croci e tanta, tanta gente. Curiosa, si avvicinò e vide che sulla croce centrale era inchiodato un uomo con una corona di spine in testa: era Gesù… Fu presa da una tristezza immensa nel vedere tanta cattiveria e cercò il modo di alleviare una sofferenza così grande. Si posò allora vicino alla testa di Gesù e col becco cercò di staccare la spina più grande. Ci riuscì, ma il suo petto si macchiò di sangue. Tornò al nido, raccontò ai figli quello che aveva visto e, mentre li abbracciava, macchiò di rosso anche il loro petto. Da quel giorno in poi, quegli uccellini si chiamano “pettirosso”, in ricordo del gesto generoso di quella dolce mamma.

Condividi!
Pagine:«1234567...215»
ruohomelania@mailxu.com